04/07/07

Panissa & polpo



La panissa è un tipico piatto "povero" della cucina ligure che si prepara con farina di ceci, acqua a sale. E' meno conosciuta della farinata ma altrettanto gustosa. Unica pecca: se non avete un paiolo per la polenta, è un po' faticosa, soprattutto in questa stagione.
Si prepara così: si scalda una pentola d'acqua leggermente salata e si versa gradualmente la farina di ceci (250g per 1 litro d'acqua), mescolando con un cucchiaio o, meglio, una frusta, senza far formare grumi. Poi si riaccende il fuoco e si fa cuocere mescolando continuamente per circa 35-40 minuti (in realtà è pronta quando la farina non sa più di cecio crudo, comunque almeno mezzora di vuole). A questo punto si versa ancora calda in un piatto fondo, stendendola con una spatola di legno e si lascia raffreddare. Quando è fredda si taglia a listarelle e si gusta condita con olio, limone, sale e pepe macinato, oppure si frigge in olio bollente. La panissa fritta non è proprio un piatto estivo, ma è buonissima! Io ho preferito una versione fresca e, visto che avevo anche fatto cuocere un polpo, li ho messi insieme e ci stavano benissimo :))
Quella che avanzava, il giorno successivo l'ho fatta saltare in padella con una cipolla di tropea leggermente soffritta, rosmarino tritato, sale e abbontante pepe macinato. Un'alternativa alla frittura altrettanto saporita.

10 commenti:

stelladisale ha detto...

bellissima questa panissa, non l'avevo mai sentita, adoro i ceci e quindi la proverò

franci ha detto...

Ciao! adoro la panissa... quando d'inverno vado a Imperia ne faccio grandi scorpacciate! proprio per la mancanza di un paiolo da polenta non mi sono mai cimentata nella preparazione! magari quando torna il freddo...
ciao

Liùk ha detto...

un pò inquietante la foto:) però deve essere (slurp) buonissimo

Dolcetto ha detto...

Non conoscevo la panissa, sembra molto gustosa... Poi io adoro il polipo, quindi per me questo piatto è davvero gustosissimo!

Gourmet ha detto...

Buonissima la panissa!!! Con il polpo poi deve ssere una vera delizia!!
BAci

Giovanna ha detto...

non cominciamo a rubare le ricette alle regioni eh? ;) se togli il finale issa e metti il finale ella avrai... diventa un piatto siciliano....!!!

k ha detto...

@stelladisale: allora non conosci la liguria. Sì, sì devi proprio provarla!

@franci: io tutte le volte mi riprometto di chiederlo in prestito a mia mamma. Poi non lo faccio...e me ne pento. Diciamo che è un buon esercizio per i muscoli delle braccia :P

@liuk: in effetti è un po' inquietante...Quando l'ho fatta mi sembrava simpatica... però inquietante è più corretto!

@dolcetto: il polpo in insalata lo adoro, e la panissa dovresti provarla, perché è nutriente, digeribile (non fritta, magari :P) e buuuoona!

@gourmet: ciao!! non ho avuto ancora il tempo di dirti quanto mi piace la tua nuova iniziativa, e pure il nuovo blog :)) un bacione

@giovanna: eh sì, aspettavo proprio te! conosco l'esistenza delle panelle, ma non le ho mai mangiate e non ero sicura che il procedimento fosse lo stesso della panissa. e' così? baci

Francesca ha detto...

che idea k, molto intrigante, e la foto mi piace tanto :-)

p.s. lo sai che sto organizzando qualche giorno alle 5 terre?

max - la piccola casa ha detto...

uh la panissa che ricordi da piccolo... mi sa che appena torno dal madagascar, prendo il paiolo di rame con il motore che avevo regalato alla fra tempo fa e la preparo al volo!

adina ha detto...

non conoscevo la panissa nemmeno io, ma descritta così ha tutti gli elementi per piacermi! tipo una polenta, ma di ceci! fritta... con le cipolleeee... condita semplicemnete con olio alle olive taggiascheeee?? mammaaaaa... fameeee.... mi piace!