19/09/07

Seppie e patate stufate su crema di fagioli neri al tamarindo



Ricetta nata per caso, semplicemente dalla voglia di cucinare i fagioli neri che mi ha regalato Lory a giugno, per farne un buon piatto unico che non fosse il solito riso bianco e fagioli.
E, sempre lei, santa donna, mi ha dato l'imput giusto: pesce! Alla fine, visto che l'ora di pranzo si avvicinava, e tutto quello che avevo erano delle seppioline in congelatore, ho scovato questa interessante ricetta di Fabien, e ho tirato fuori un piatto un po' lungo e con molte sperimentazioni (almeno per me), ma che è piaciuto tanto.

Ingredienti per la crema di fagioli: fagioli neri messi a bagno la sera prima, cipolla carota, sale, peperoncino, polpa di tamarindo.
Per le seppie: 400g di seppioline pulite, 4 patate, 1 spicchio d'aglio, olio evo, mezzo bicchiere di vino bianco,pepe, sale, timo fresco o secco, 1 cucchiaino di aceto balsamico tradizionale di modena.

Per la crema di fagioli
Fate anzitutto bollire i fagioli per circa un'ora (io aggiungo sempre un pezzetto di alga kombu). Prendete un po' di polpa di tamarindo (grande quando una noce), mettetela in un bicchiere e ricopritela di acqua bollente. Lasciate riposare per 15 minuti, poi passate al colino schiacciando bene con un cucchiaio per prelevare tutto il succo. Fate a parte un soffritto con cipolla e carota e un peperoncino tritato. Unite ai fagioli il soffritto e il tamarindo e il sale e fate andare ancora 10 minuti. Spegnete e frullate il tutto. Se fosse troppo liquida, fate asciugare ancora un po'.

Per le seppie e patate stufate al timo e balsamico
Tagliate a pezzetti le patate e fatele saltare in una casseruola con 2 cucchiai d'olio e uno spicchio d'aglio schiacciato. Quando sono leggermente dorate unite le seppioline, e continuate la cottura a fiamma vivace per altri 10 minuti. A questo punto bagnate con mezzo bicchiere di vino bianco, unite con il timo e il pepe e cuocete a fiamma più bassa, per 10-15 minuti, finché le seppie saranno tenere, e il liquido si sarà asciugato. Spegnete, salate e unite un cucchiaino di aceto balsamico tradizionale di Modena.
Mettete nei piatti la crema di fagioli e, sopra, le seppie con le patate.

note:

1) Accidenti quant'è buono l'aceto balsamico tradizionale di Modena, niente a che vedere con il finto balsamico che compravo io (e, dopo averlo visto in vetrinetta a Eataly, so anche perché compravo quello finto...).Grazie Lory, che mi hai fatto conoscere questo meraviglioso prodotto :-)

2) il tamarindo io l'ho sempre usato per fare il dhal indiano, spesso abbinato al latte di cocco. Ma anche sui fagioli, da una punta leggermente acidula che- secondo me - rende la crema ancora più adatta ad accompagnare un piatto di pesce. Se provate, ditemi!

17 commenti:

Lory ha detto...

K,il tamarindo lo sai che lo adoro?...Io d'estate ci faccio i ghiaccioli ;-))) e la prossima volta che ci vediamo di preparo il Sambhar,ti piacerà tantissimo ne sono sicura,la ricetta di fabien è davvero speciale!
Bravissima!

stelladisale ha detto...

ma dove si trova la polpa di tamarindo, forse nei negozietti asiatici, boh, mi sembra di ricordare che quando ero piccola ci fosse qualcosa al tamarindo, forse proprio i ghiaccioli...
bellissima ricetta, come sempre, per il pesce sei un punto di riferimento, ciao :-)

k ha detto...

@lory: sambhar? Ma certo, è quello che chiamo dhal con cocco e tamarindo (sono andata a cercare una ricetta...) Lo facevo nella mia scorsa vita... Potrei fartelo IO quando vieni :PP (mica vorrai farti 6 piani di scale col pentolone? hihihi)
bacio

@stella di sale: esatto. io lo compro nei negozi asiatici. E' una busta sottovuoto di frutto schiacciato, che sembra un po' la polpa dei fichi secchi... Provalo, se lo trovi :-)

lefrancbuveur ha detto...

eh già il balsamico tradizionale di modena è eccezionale. ce l'ho gelosamente custodito a casa dopo aver fatto un mutuo per comprarlo...
però che buono dà un tocco di classe a tutti, dico tutti, i piatti, dolci e salati.
un saluto
lfb

Alex e Mari ha detto...

Ho un barattolo di tamarindo in frigo e non so mai cosa farci! Ecco, mi hai dato l'idea. Per ora l'ho usato anch'io solo con le lenticchie.
Un abbraccio, Alex

Viviana ha detto...

Wow! è bellissimo questo piatto!!! ma io come faccio che non ho nè i fagioli neri, nè il tamarindo, nè il super aceto balsamico che non so neppure dove lo vendono?? uhmmmm... devo andare a trovare Lory.. c'è poco da fare!! organizziamo un pulmino? ah ah ah

k ha detto...

@lefrancbuveur: Eh, sì, hai proprio ragione :) dà un vero tocco di classe (che di questi tempi ce ne sarebbe bisogno..a litri!!)

@alex: prova e dimmi! Anche senza pesce, magari con la crema un po' speziata... baci!

@viviana: i fagioli neri al super, il tamarindo nei negozi asiatici e...il balsamico tradizionale da Eataly, ma passando prima in banca a fare un mutuo :PP Cmq, sul pulmino ci sto anch'io?? A me serve la lemongrass!!! baci

Gloricetta ha detto...

Non sò proprio dove recuperare il tamarindo, ma l'abbinamento pesce/legumi mi piace moltissimo. Copio e tengo in serbo la tua ricetta...mi sembra molto ben costruita.
Glò

Lory ha detto...

E io vi aspetto con paicere,ma tanto lo sapete ;-)))

adina ha detto...

ciao katia, passo di sfuggita (ho tanto da lavorare!). una volta vidi il tamarindo al negozio asiatico, lo stavo per comprare ma poi lo lasciai..che ci faccio, pensavo? ecco!!!! ma che gusto ha? io ci mangiavo i ghiaccioli al tamarindo da piccola, quel gusto è lo stesso?

Dolcetto ha detto...

Come cucini il pesce tu non lo cucina nessuno! Sei insuperabile! Non solo per bontà ma anche per originalità!

Giovanna ha detto...

bene, sono l'unica che ha il vuoto dei ghiaccioli al tamarindo... devo andare da uno psicanalista?? :D K questo piatto è favoloso, te lo rubo subito!!

apprendistacuoca ha detto...

che spettacolo!!!
hai stuzzicato non poco la mia curiosità: innanzitutto perchè il tamarindo l'ho sempre e solo assaporato nella versione GHIACCIOLO! dove si trova e che aspetto ha la polpa?
poi mi piace l'idea delle patate stufate con basilico e timo! voglio dire, molto classico, ma, senza il rosmarino che io metto sempre, penso proprio che potrebbe stupirmi nella sua semplicità!

(cielo che lungo periodo formulato! si capisce qualcosa?)

baci!

k ha detto...

@glo: tamarindo --> negozi asiatici. Per il resto: grazie :-)

@adina: ci fai il sambhar, una buonissima zuppa indiana di lenticchie e verdure speziate (cerca con google!)
Il sapore è acidulo, un po' tipo limone, direi, ma io non l'ho mai bevuto liscio...

@lory: certo che lo so :PP

@dolcetto: ma grazie! il tuo polpo era proprio ben riuscito, sai? (non mi ricordo + se ho postato un comment...ma l'ho visto!)


@giovanna: NEMMENO IO ho mai provato i ghiaccioli. Chissà se lory me li fa... o me li insegna :P

@apprendistacuoca: come sopra. I ghiaccioli non ho idea di come siano, ma nelle zuppe, sta molto bene. Nelle patate solo timo, e soprattutto il balsamico a fine cottura: davvero una figata.

baci a tutte :.)

apprendistacuoca ha detto...

cielo che gaffe...
potrai mai perdonarmi???

io nel frattempo proverò sia patate con basilico, sia patate con balsamico...

e poi spengo subito il computer che sennò qui perdo troppe diotrie...

baci!

k ha detto...

@apprendistacuoca: :*****

cmq, le patate col basilico una volta le ho fatte: mash di patate al basilico, cioè un purè, condito con olio evo, basilico tritato, pepe e se vuoi qualche pinolo tostato. Davvero buono...e infatti a genova la pasta al pesto si fa con fagiolini e patate!
'notte, ora pure io spengo il pc :-)

max - la piccola casa ha detto...

bella questa ricetta, ma il tamarindo a genova dove lo trovi? io per ora ho sempre usato la worcester perché contiene il tamarindo.