11/10/07

Cake di zucca e cocco profumato al cardamomo

cakezuccacoccocardamomo

Questa fanciulla qui, con i suoi bellissimi muffins speziati, mi ha fatto venir voglia di ricomprare il cardamomo, spezia che usavo tanto in passato per preparare dei meravigliosi dolcetti indiani a base di cocco e latte (prima o poi li farò, ma ci vuole il cocco fresco e tanto tempo...). Così, ho deciso di unire la mia voglia di spezie con altri esperimenti con la zucca. Questo cake è una variante di un cake alle carote e cocco che faccio spesso, ma il profumo del cardamono lo rende davvero speciale.
Purtroppo c'è stato un piccolo incidente col forno, acceso a 20° anziché a 180°, per cui il cake non è cresciuto come avrebbe dovuto (ho dovuto tirarlo fuori e ricominciare da capo) Ma, non posso considerarlo un ciofeca's day, in quanto, è davvero buonissimo! Preriscaldate per bene il forno, provate e ditemi!

Ingredienti: 200g di polpa di zucca (cotta precedentemente in forno), 100g di farina, 75g di farina di cocco, 40g di burro fuso, 2 uova, 10g di lievito, 100g di zucchero, 1 pizzico di cannella, i semini di due bacche di cardamono pestati in un mortaio, sciroppo di zucchero e altra farina di cocco per cospargere il cake.

Schiacciate la polpa di zucca cotta nello schiacciapatate, unite la farina setacciata, la farina di cocco, il lievito e il burro e mescolate. Sbattete le uova con lo zucchero e unite al resto. Aggiungete infine le spezie e mettete nello stampo da cake. Preriscaldate il forno a 180° e cuocete per una mezz'ora. Fate intiepidire, spennellate leggermente con uno sciroppo di acqua e zucchero e cospargete con la farina di cocco.

38 commenti:

apprendistacuoca ha detto...

che onoreeee!!!
sono la prima a commentare e pure la fonte inconsapevole della tua ispirazione!
visto che ho tutti gli ingredienti non mi resta che povare!

non sarà lievitato forse come avrebbe dovuto ma ti è uscito un rettangolino perfetto! cioè no, un parallelepipedino perfetto!
baci

Adrenalina ha detto...

Siamo sulla stessa barca (magari di barca parlando :-P ) ci sarà stato qualcosa nell'aria??
Comunque tra te e Giulia mi avete convinta ad usare il cardamomo, che come dicevo a Giulia, è nel cassetto che riposa... è giunta l'ora di svegliarlo!!

Gaia ha detto...

buonaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
io adoro la zucca divento arancione anche io da tanta mi piace mangiarne! ho sfornato una torta di zucca qualche giorno fa e devo ancora postare la ricetta ma è davvero interessante anche la tua, ora me la salvo così la tengo di riserva per la prossima zucca che compero al mercato! tanto tra poco è domenica:giornata di dolci!

k ha detto...

@apprendista: hihihi, i tuoi commenti sono sempre incoraggianti! ancora grazie per l'idea :-) baci

@adre: eh, hai visto? Come mi piacerebbe avere tutta la giornata a disposizione, per cucinare, fotografare, fare spesa ecc... Anziché saltellare da una cosa all'altra! E che già io sono fortunata che lavoro in casa. Quando lavoravo in ufficio, lo spazio per la cucina era ahimé molto + limitato. Ora aspettiamo di vedere che fai del tuo cardamomo!!

@gaietta: ciao cara, allora aspetto di vedere la tua torta, che la stagione della zucca è lunga :-) baci

Lalla ha detto...

buonaaaaaaa
come anche quei muffin alle 3 spezie.... peccato che qui il cardamomo non hanno proprio idea di cosa sia... spero nel negoz di prodotti etnici di trovarlo
baci lalla

lefrancbuveur ha detto...

ma allora impazza proprio 'sta zucca!

elisa ha detto...

ma sono l'unica a non aver MAI e dico MAI mangiato qualcosa al sapore di cardamomo?Ora parto in spedizione e vedo do trovarlo!!!

k ha detto...

@lalla: sì, nei negozi etnici DEVI riuscire a trovarlo oppure non c'è da te una bottega del commercio equosolidale? Pure lì secondo me lo trovi. baci

@lefranc: eh...sì,sì. e sto già pensando come preparare il pezzo che mi rimane: dopo la vellutata, i ravioli e il dolce... mah forse sarà un risotto. Chissà...

@elisa: beh, che aspetti! vedrai che il profumo ti farà innamorare di questa spezia. Vacci piano che sennò prevale su tutto (una o due bacche per cominciare, direi). baci!

stelladisale ha detto...

ma dai che peccato che non sei entrata anche tu nel club del ciofeca's day :-)
bellissimo il cake, ho capito, devo comprare il burro dopo anni che non lo uso... così provo anche a fare il ghee
baci

k ha detto...

@stelladisale: ciao stellina, in realtà per questo cake puoi usare benissimo anche un buon olio delicato, però il burro, che pure io per anni non l'ho usato, in realtà ora mi piace molto. E il ghee èer certi piatti è assolutamente insostituibile.
baci
ps: per il ciofeca's day, forse potrò utilizzare il lievito madre che - sottolineo grazie a te - sto nutrendo in questi giorni. Chissà se riuscirà...farò valutare lo stato di salute della creatura a Lory :-P

Lory ha detto...

Ohhhhh per carità,n'altra con la voglia del bimbo da accudire ...ahahah!
Io ho ancora della madre secca di 25 anni per chi la volesse,io nn penso di riattivarla mai più,un bagnetto di qua ,una carezzina di la,Beppe che nn apriva più il frigo perchè aveva apura di esser inghittito da quella melma oscura...ahahah!
Senti la torta nn sarà cresciuta,però deve esser molto buona.Il ciofeca day's,quanti post posso mettere???...ahahahah!

k ha detto...

Lory, da qui a 10 giorni potremmo essere sommersi pure noi (e forse andiamo a pranza fuori..ahahah), tanto + che ho letto che bisogna fare un tot di rinfreschi prima di riuscire ad usarlo. Io ora sono al primo... Altri consigli?
baciotti

adina ha detto...

o nooo... cardamomo pure qui... cedo il mio, katia, quando vieni ti porto un pacchettino con tutte le cose che devo darti. e ci metto pure il mio cardamomo. non mi piace più. sa di detersivo. :-)) però zucca e cocco mi acchiappa.

Lory ha detto...

Consigli...tantissimi ma piano piano ;-)Certo che devi rinfrescarlo per più volte epiù giorni,almeno sino a quando nn saprà di miele e nn di acido ;-))
Cmq nn ti aspettare di riuscire a fare un pane perfetto da subito,il bimbo devi conoscerlo ;-) sapere bene come si comporta,imapare ad usare dosi e tempi di lievitazione,e quasi sicuramente le prime volte nn aprezzerai neanche il sapore,visto che oggi siamo abituati a ben altro ;-)
IL tuo è il classico "blob" ho è duro e compatto? Te lo chiedo perchè nel primo caso si parla di rinfreschi nel secondo di veri e propri "bagnetti" ;-)
Quando la rinfrechi come ti comporti? La tieni un pò fuori,la rimetti in frigo? Come sono gli alveoli della fermentazione?
Cmq ne parleremo più a lungo settimana prossima ;-)

k ha detto...

@adina: detersivo???? naaaa, dai! Così mi smonti, che io mi sono appena reinnamorata e sto già pensando al prossimo dolce. Ma non è che il tuo cardamomo è maffo e/o scaduto?
Ehi, dimenticavo... buona cena ragazze, divertitevi!!
baci

k ha detto...

@lory: eccomi era blob. Ora ho messo 100g di farina + 45cc di acqua per 100 grammi di blob. Ha diventata pallotta morbida, e ora sta diventanto blobbosa di nuovo. Alveoli direi che ci sono. Lo sto tenendo fuori, per ora. Così vedo meglio cosa fa. Poi, tra qualche giorno lo metterò in frigo... Vabbè... immagino bene che sarà un pasticcio, cmq ti faccio vedere.
:**

stelladisale ha detto...

ma figurati se non riesci a fare la pasta madre, se ci sono riuscita io... comunque si, ci vuole un po' prima che diventi bella arzilla, hai usato il malto? perchè secondo me funziona meglio del miele, anche ogni tanto nei rinfreschi
baci :-)

k ha detto...

@stelladisale: no, niente malto. Miele (lo dicono le Simili, e soprattutto il malto non lo avevo). Però forse il primo giorno non l'ho tenuto abbastanza al caldo. Oggi un po' di più, e ha dato segni di vita, così ho fatto il rinfresco. Il problema è che non so bene dove tenerlo, visto che i caloriferi per fortuna sono ancora spenti, e il forno mi serve di continuo, e le finestre si aprono ecc... Mille dubbi... ma vi racconterò come procede :**

Elisa ha detto...

La pasta madre e` uan di quelle fermentazioni nate per caso, in realta` basterebbe acqua e farina, ambiente caldo, possibilmente dove c'e` anche della frutta matura. Per il resto tutti gli zuccheri possono essere usati, addirittura il succo di frutta...il miele in piu' contiene microorganismi, ecco perche' si tende a preferirlo.

P.S. vedo che sei molto prolifica in questi giorni, nonostante alcune riflessioni di qualche settimana fa ;)

k ha detto...

@elisa: grazie. Vediamo come va... Per il resto pprrrrrr!!! hihihi, scherzo, appena riesco ti scrivo con calma :***

Alex e Mari ha detto...

Altro che ciofeca's day, mi sembra perfetto! Se ti avanza un po' di cardamomo puoi venire a vedere da me! È tempo di ispirazioni reciroche :-)
Buon WE, cara K :-)

k ha detto...

@ALex: le ho viste...grande!! Stamattina abbiamo fatto una gran colazione :-))

@per tutti gli interessati al blob: cresce e sembra in salute. Secondo voi quando posso metterlo in frigo? Finora ho fatto un solo rinfresco. Aspetto il prossimo?

Viviana ha detto...

devo decidermi a comprare il cardamomo... non ne conosco il gusto (eh eh eh) e ne ho già troppa voglia!!! buon week end!! :D

stelladisale ha detto...

anche io ho usato il miele e per la precisione ho usato queste istruzioni quì http://lacuocapetulante.blogspot.com/2006/10/world-bread-day-pasta-madre-2.html che prevedono 6 passaggi prima di metterla finalmente in frigo, ma ho notato che ha cominciato davvero a funzionare da quando ho fatto un paio di rinfreschi col malto, non so se è una coincidenza, e lo uso sempre anche nell'impasto del pane, la temperatura penso sia molto importante, come la qualità dell'acqua, se non riesci perchè fa freddo, fai un fischio che te la spedisco io :-)
buon we

Elisa ha detto...

Cara Katia, tieni presente che alcune paste madri sono liquide, ma altrettanto attive, anzi io le trovo pure piu' comode...lo dico perche` non serve che si gonfi in modo smisurato, l'importante che ci siano le bolle e che si senta il tipico odore di lievito.
In frigo la puoi tenere 5 gg, dopo di che devi rinfrescarla.
Per le istruzioni, quelle delle Simili sono piu' che valide, i passaggi di petula mi sembrano davvero esagerati.
La temperatura calda e costante, senza correnti d'aria e` comunque fondamentale.
Per l'acqua una mia amica usa quella "dura" di Roma e le viene benissimo lo stesso.

Baciotti ;)

k ha detto...

@łory, stella, elisa:
ragazze, come sono felice! oggi ho fatto il mio primo pane con lievito madre. Ero preoccupata perché mi sembrava che l'impasto crescesse meno che col lievito di birra. Ho usato farina doppia rispetto alla pasta madre. Ho lasciato almeno 5 ore a lievitare, poi formato e lasciato un'altra ora e mezza. Quando l'ho tolto dal forno e spaccato, ho sentito subito la bella crosta che ha fatto, e l'interno morbido. Mi sembrava sapesse leggermente di acido, ma appena si è freddato il sapore è cambiato ed è ottimo!!!
Come inizio sono molto soddisfatta... Grazie ragazze per i consigli e il supporto :****

stelladisale ha detto...

non avevo dubbi che ci saresti riuscita e che non avessi neppure bisogno di consigli, suprattutto dei miei, che sono la prima a stupirmi quando il pane mi viene buono :-D
baci baci buona domenica

Lory ha detto...

Meno uno...conto i giorni,manco fossi la mia fidanzata...ahahah!
Bacio

k ha detto...

La fidanzata no, però potresti farmi da madrina domenica poperiggio, che c'è la premiazione della regata sociale che...abbiamo vinto ieri!!!
Che ne dici? Ora ti scrivo e ti racconto!
baci

zrinka ha detto...

Mhmmmm ... che buona!!!!
C'ho già la bava alla bocca ... dire acquolina è poco!
Il fatto è che io ADORO la zucca!!!
Ne mangerei a vagonate!!!
Questa sucuro prova a farla ... ho giusto giusto una mezza zucca che mi chiama dal frigo :o)
Ma prima qualche domanda:
- che tipo di zucca è meglio utilizzare? Io prediligo quella matovana ... tutta verde e bitorzoluta ... dalla polpa soda e bella arancione e dolce ....
MAMMA HO FAMEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!
- Che cos'è lo sciroppo di zucchero? Ne posso fare a meno?
Buona giornata

anna ha detto...

Oggi mi darò alla pazza gioia tra zucca e semini vari...baci

CoCo ha detto...

Vedi con la zucca ho già fatto parecchie cose solo nei dolci ancora non l'ho provata ad usare il tuo cake sembra proprio goloso

k ha detto...

@zrinka: per la zucca... io mica me ne intendo. Ne avevo una dalla buccia gialla ma dalla polpa soda e dolce. Direi che anche la tua preferita dovrebbe andar bene. Per sciroppo di zucchero intendo un mix di zucchero e acqua scaldato sul fornello e usato per spennellare il cake, in modo che poi il cocco grattuggiato aderisca + facilmente.
ciao. come sta leo?
baci

diamanterosa ha detto...

Sono rincretinita a cercare il cardamomo. Possibile che all'Esselunga non ci sia? Comunque, complimentoni e baci.

nini ha detto...

che meraviglia questo cake, sono profumi che adoro..

diamanterosa ha detto...

L'ho fatto. Secondo me ho messo troppa cannella, il cardamomo gli dà un profumo impagabile, e 10 grammi di lievito non farebbero lievitare nemmeno una nuvola. Sicura che non ce ne vogliamo i 16 della bustina intera? Comunque era buono, certo non bellissimo,non gonfio e invitante, uguale uguale al tuo. Così, disquisendo di frivolezze, un lunedì mattina, ti mando un abbraccio stretto.

k ha detto...

@diamanterosa: mi sa che hai proprio ragione tu. La zucca evidentemente è troppo pesante per riuscire a lievitare, e io col lievito sono sempre poco generosa. Ma forse ho capito... Ultimamente ce ne metto una bustina e puff lievitano come nuvole!! Mi sa che ho scoperto l'acqua calda :-)) Grazie per i suggerimenti!
un abbraccio e buona vacanza :-))

Francesca ha detto...

uhi che meravilgia questo cake, e il rpofumo del cardamomo è uno tra i miei preferiti.