03/09/07

Cake salato con fichi e roquefort



E rieccoci coi fichi. Stavolta, però, quelli dolci e gustosi di settembre :))
Visto che per tutto il mese sarò a rischio indigestione di fichi, le ricette sono una buona ragione per contenere e "incanalare" l'abbuffata.
Questo cake è stato un esperimento, direi ben riuscito, ma fatto in dosi limitate e non scientifiche (nella ricetta ho raddoppiato le dosi per riempire uno stampo rettangolare da plumcake, ma sulla quantità di formaggio regolatevi un po' secondo il vostro gusto!).

Ingredienti: 225g di farina, 80g di burro fuso, 2 uova, 4g di sale, 150g di roquefort fatto a pezzettini, 8 fichi tagliati a pezzetti + uno a fettine per la decorazione, 6 cucchiai colmi di parmigiano grattuggiato, un pizzico di pepe nero macinato, 1 cucchiaino di lievito in polvere.

Mescolate farina, lievito burro e uovo fino ad ottenere un composto omogeneo e morbido (aggiungete e ventualmente un po' di latte). Salate, pepete e unite il parmigiano, i fichi e infine il roquefort. Rivestite con carta uno stampo da plumcake, versate il composto e completate con le fettine di fico. Infornate a 180° per 35-40 minuti.

Servite tagliato a cubetti come aperitivo, o come piatto forte per un pranzo, accompagnato da verdure fresche.

Abbinamenti consigliati dall'amico e giovane sommelier Andrea: un Castel del Monte Bombino bianco, con una freschezza, in grado di combinarsi bene alla grassezza del formaggio; un Vernaccia di San Gimignano oppure un Sauvignon dalla buona persistenza e intensità che controbilancia l'aromaticità di fichi e roquefort.

11 commenti:

lenny ha detto...

Delizioso questo dolce con i fichi. Complimenti

lenny ha detto...

Scusa per le allucinazioni visive, ma il "delizioso" lo ratifico.

k ha detto...

hihihi :))
In effetti a guardarlo sembra un plum cake ai fichi...che mi sa che farò, che questo qui a colazione non è proprio il massimo :)
Graie e a presto!

max - la piccola casa ha detto...

Ehi ma lo sai che anche io in questi giorni stavo pensando a fare qualcosa con fichi e rocqueforte, pensavo qualcosa su della pasta sfoglia e il formaggio fiammeggiato con la mini fiamma ossidrica

Viviana ha detto...

Ciao K!!
è un bel po' che ti leggo e aspettavo impaziente il tuo rientro! hai un blog bellissimo e sbavo di continuo davanti alle foto delle tue ricette!!!
anche questo cake dev'essere strepitoso!!!

ciao ciao!!!

k ha detto...

@max: l'idea mi sembra semplicemente ottima. Non vedo l'ora che provi, anche se ...ehm...la fiamma ossidrica proprio non fa per me :) (avrei il terrore di dar fuoco alla cucina o, peggio, a lulu). Però sono curiosissima!

@viviana: grazie! ho visto rapidamente il tuo blog, tutto nuovo e molto interessante :) complimenti! ricambio volentieri il link :))

Alex e Mari ha detto...

Anch'io sono in vena di cake ultimamente! Decisamente azzeccato l'abbinamento! BBBBono! Ciao, Alex

Adrenalina ha detto...

Da svenire!! Mi sa che un morso tira l'altro. Bravissima come sempre

elisa ha detto...

mhhh..che buono.anche a me all'inizio è sembrato un dolce. sembra molto appetitoso..brava!

diamanterosa ha detto...

Vela, anche io!!!Ho letto d'un fiato tutti i post che riguardano viaggi e cambusa! Bellissimo. Condivido che crackers e maionese sono appetizer prestigiosi, in vela. Il pecorino, lo proverò. Sardegna, Sardegna e ancora Sardegna, con una puntatina in Corsica, a inizio luglio. E Ottobre, Porquerolles: hai dei consigli? Felici di averti scoperta.

zrinka ha detto...

Cavolo!!!
Avessi visto prima questa ricetta ... la provavo, sicuro ... eccome se la provavo!!
Peccato solo che il roquefort che abbiamo portato con noi dalla Francia sia finito in un secondo!!
:o)