01/10/07

Strudel rapido di salmone e zucchine



L'aggettivo rapido si riferisce unicamente all'utilizzo della pasta sfoglia pronta, perché a preparare questo strudel ci metterete comunque più di un'ora. Il fatto è che, detto sinceramente, la pasta da strudel non la so proprio fare! Ho provato un paio di ricette che non mi hanno soddisfatto, così per stavolta sono andata sul sicuro.
Se poi qualcuno di voi ha una ricetta soddisfacente (anzi, buona!) per fare la pasta, sarò molto felice di provarla.

Ingredienti: 1 rotolo di pasta sfoglia, 300g di zucchine, 200g di filetto di salmone pulito e privato della pelle, 80g di burro, pangrattato, semi si sesamo, sale, pepe nero, olio, basilico.

Per prima cosa preparate le zucchine. Affettatele per il lungo e grigliatele, oppure cuocetele in forno. Io, da un po', ho preso l'abitudine di cuocerle - spennellate di olio e sale - in forno a 190° per 15-20 minuti, perché il risultato mi soddisfa di più.
Fate tostare leggermente il pangrattato e il sesamo con metà del burro e preparate a parte dell'altro burro fuso.
Stendete la pasta, spennellatela con il burro e aggiungete uno strato di pangrattato. Salate leggermente, mettete uno strato di zucchine, il basilico spezzettato,poi il salmone (io ho diviso il filetto in due per fare un unico strato sottile). Pepate e arrotolate a strudel. Spennellate la superficie con il rimanente burro fuso e cuocete a 180° per circa 20-25 minuti.
Fate intiepidire, tagliate e servite!


Note:
1) quella roba bianca che si vede al centro della foto non è mozzarella. E' il semplice risultato della mia pigrizia domenicale. Avendo quasi esaurito il burro fuso, infatti, ho messo sopra il salmone qualche fiocchetto di burro. Saranno stati 10g in tutto, ma dalla foto sembra un'enormità. In ogni caso, dopo averlo assaggiato, direi che quel burro lì è superfluo.

2) Se avete un fidanzato/amico/commensale che ama particolarmente i dolci e, in particolare, lo strudel di mele, presentate questo strudel già ben tagliato, in modo che sia assolutamente chiaro che non è un dolce. Eviterete di leggere la delusione nei suoi occhi, e di sentirvi un tantino in colpa :-P
Superato il fraintendimento iniziale, questo strudel è poi stato apprezzato e divorato :-)

13 commenti:

stelladisale ha detto...

spero che una delle paste che hai provato e non ti ha soddisfatto non sia la mia che uso praticamente sempre sia per lo strudel di mele che per le torte salate che per i crackers :-) anzi mi sa che rifaccio lo strudel di mele così metto delle foto più carine sul blog...
baci

k ha detto...

@stelladisale: no, ma vado subito a cercarla, che mi sa che mi tocca fare rapidamente uno strudel di mele :-P
baci

elisa ha detto...

un'ora di preparazione credo valga la pena..almeno questo si direbbe dalla foto!!Ha un aspetto fantastico!sicuramente lo presenterò a fette per non creare false speranze!

stelladisale ha detto...

aspetto con ansia di sapere come viene :-) perchè non mi capita spesso che qualcuno provi le mie ricette, che io sappia perlomeno, la cosa importante è tirarla sottile e pennellarla bene con succo di mela o burro fuso o latte... ciao!

saretta ha detto...

K!!!!grandissime idee&fotine come al solito..
Però, stavolta devo ringraziarti anche x il commento che hai lasciato da Gaia..E' da quandoho letto l'articolo su Vanity fair( e poi Corriere) che penso a questa faccenda.Che dire di + EVVIVA LA VITA!
Buona settimana
Saretta

adina ha detto...

ehi, che bello! vado anch'io a vedere la pasta di stelladisale.. baci

k ha detto...

@stelladisale: oggi o domani provo e ti dico! baci

@elisa: grazie! sì, sì tu taglialo, e magari prepara anche un dolce :-)

@saretta: grazie... e buona settimana a te :-)

@adina: io ho visto e provo al più presto :)

lefrancbuveur ha detto...

sei pronta x il salone nautico? io probabilmente (sigh) non verrò ma se vengo ti faccio sapere!

k ha detto...

lefrancbuveur: certo che ci sarò :-) Soprattutto perché forse ci tocca comprare un motore nuovo per la barca (grrr), e poi, vabbè, ovviamente non posso non andare, anche se il salone nautico è un salone da "fighetti" ( a proposito...) strapieni di soldi. Mi piacerebbe molto di più andare a quello di Parigi (a inizio dicembre), perché lì c'è più spazio per la vela, e pure per barche più umane. Inutile ripetere che i francesi hanno un altro modo di intendere la nautica...
Cmq se vieni, fammi sapere!!!

The Food Traveller ha detto...

Strudel di mele .... mi piacerebbe una bella ricettina affidabile.

K - MEME fatto ... bilingue :-)

lefrancbuveur ha detto...

ok ti farò eventualmente sapere! comunque se ci vado, ci vado esclusivamente da appassionato di vela!

unika ha detto...

anche io preferisco usare la sfoglia...risultato eccellente assicurato...complimenti:-)
Annamaria

Lapicciotta ha detto...

Ho trovato questa ricetta sul tuo blog e subito è stata provata!! Ottima... mi è piaciuta così tanto che la ripropongo anche a capodanno... grazie e continuo ad andare in giro per il tuo interessante blog... credo che pubblicherò la tua ricetta (scrivendo l'indirizzo del tuo blog) sulla mia pagina di Facebook... posso farlo?