07/10/07

Linguine con melanzane, pomodori pachino e alici gratinate

linguinealici


Quasi quasi non mi riconosco più. E' passata quasi una settimana dall'ultima ricetta di pesce che ho postato e – cosa ben più grave - dall'ultima volta che l'ho mangiato! Sarà per questo che negli ultimi giorni non ero esattamente di buon umore.
Ma non si poteva andare ancora oltre. Così ieri, prima della tanto auspicata giornata in barca, sono riuscita a trovare delle belle alici fresche. Premesso che a me le alici piacciono soprattutto marinate (poco) con olio e limone, avevo bisogno stavolta di una ricetta, che fosse anche un piatto unico, visto che il tempo per cucinare non era tantissimo.
Così ho fatto felice il fidanzato che vivrebbe di pasta, e ho messo insieme un piatto leggero ma molto gustoso.

Ingredienti: 1 melanzana, 10 pomodori pachino, 1 manciata di capperi, 250g di alici, pangrattato, scorza di limone grattugiata, aglio, olio, peperoncino, prezzemolo e basilico fresco, 200g di linguine.


Per il sugo. Sbucciate la melanzana, tagliatela da dadini e cospargetela di sale grosso. Lasciatela una mezz'ora a scolare, poi sciacquate e strizzate per i dadini. Mettete due cucchiai d'olio in una padella con uno spicchio d'aglio e un peperoncino tritato. Unite la melanzana, salate e cucoete per una decina di minuti. Nel frattempo sbollentate i pomodorini, sbucciateli e tagliateli a metà, privandoli dei semi. Unite i pomodori alle melanzane, aggiungere i capperi dissalati e proseguite la cottura per altri 10 minuti.
Nel frattempo pulite le acciughe e privatele della lisca centrale, senza separare i due filetti. Tostate il pangrattato, poi mescolatelo con la scorza di limone, uno spicchio d'aglio tritato, un po' di peperoncino tritato, prezzemolo, un pizzico di sale e l'olio sufficiente a "bagnare" il pangrattato. Con questa panatura ricoprite le alici da entrambi i lati. Preriscaldate il forno a 180° e cuocete le alici per 4 minuti.
Ora fate cuocere le linguine. Scolatele con un paio di minuti di anticipo e mantecatele nel sugo di melanzane e pomodori, con l'aiuto di un po' di acqua di cottura. Spegnete il fuoco e aggiungete qualche foglia di basilico tritato. Impiattate e disponete i filetti di alici sopra la pasta. Completate con un un filo di olio evo extra buono: io ho usato il Pianogrillo e mi è sembrato perfetto.

15 commenti:

Adrenalina ha detto...

Buone le alici e insieme alle melanzane dovevano essere la fine del mondo. Bello il modo in cui hai impiattato, ma hai usato il cerchietto?? (non mi ricordo il nome tecnico di quell'affarino :-P )

k ha detto...

Adre... sì, sì ho usato il cerchietto :-)
Manco io so come si chiama, ma chiedi a Lory, che me l'ha regalato lei. Comodissimo, anche per le tartare, e per mettere "in forma" qualsiasi cosa!

Ady ha detto...

Coppapasta I suppose, bellissimo l'effetto che dà il piatto, pulito, chiaro e perfetto nella sua semplicità!
Brava

Lory ha detto...

Vabbe adesso basta,ma è mai possiblie che a distanza di km io e te pensiamo un pò alle stesse cose?...ahahahah!
Ti voglio BENONE!
Brva nè...:-))

P.S Ady,hai supposato bene :-)

The Food Traveller ha detto...

Dove sono cresiuto io ... con le alici gratinate mettiamo il pecorino (un pochino). Provaci la prossima volta ... penso che vada bene con la tua ricetta.

k ha detto...

@ady: eccolo il nome, grazie! Sì, lì non c'ho messo manco l'olio per non sporcare il piatto. In realtà questa pasta è ancora più buona mescolando i filetti di lalici alla pasta, che il pangrattato lega bene il sugo. ciao!

@lory: ho visto, ho visto. pure io ti voglio bene :-***

@francesco: sì, di solito in queste panature lo metto, Stavoltà no, ma proverò!

adina ha detto...

wow, bello questo piatto! i cerchietti (mi piace questo termine, ha dell'affetto casereccio dentro) danno molta soddisfazione, eh? sai che io ci ho cotto persino le uova in padella? :-) erano così tondi poi! ne vorrei prendere anche altri di misure più grandi. sempre da medagliani, quando andrò per te e per me!! :-))

stelladisale ha detto...

sono di corsa ma questa cosa delle uova in padella mi ha fatto venire in mente che in un momento di acquisti compulsivi, ho preso un cosino a forma di stella che dovrebbe servire allo scopo, ovviamente mai usato e oltretutto non mangio mai le uova :-)
bello il piatto, ho preso anche io i coppapasta ma i pizzoccheri mi si sono tutti comunque spaparanzati forse erano troppo unti, vabeh :-)
ciaociao

nena ha detto...

non mi ricordo neanche pù come sono capitata sul tuo blog.... ma ti ringrazio, immensamente. sono in una fase di crisi culinaria, domenica prossima ho una festa all'aria aperta dove ognuno porta qualcosa.... e non volevo fare la solita insalata di riso... ho fatto un giretto tra le tue magnifiche ricette ed idee, e ora so cosa preparare.

Alex e Mari ha detto...

Non amo molto il pesce azzurro, ma le alici mi piacciono solo gratinate in questo modo! Ma sto coppapasta quanto è alto? Ho comprato dei cerchietti, ma bassi ... mi sa che non è la stessa cosa. Certo che così la pasta fa davvero la sua figura! Baci, Alex
P.S. Ho visto che funziona con le foto, bene!

k ha detto...

@adina: i cerchi da mousse? anch'io voglio farlo :PP

@stelladisale: però i tuoi pizzoccheri sono bellissimi, li ho visti! baci

@nena: grazie :-) Spero di esserti utile e, se ti va, fammi sapere com'è andata!

@alex: io lo adoro il pesce azzurro. Le acciughe in tutti i modi, però così anche il mio compare le mangia + volentieri. soprattutto se c'è la pasta :-P

apprendistacuoca ha detto...

ottima la pasta!
e poi la foto!ha quell'aria zen che non guasta mai, ma allo stesso tempo esprime una traboccante mediterraneità!
ti piace la mia roccambolesca definizione??

baci!

k ha detto...

@apprendista: ahahaha la tua definizione è bellissima. In realtà la foto è un po' TROPPO zen, ma la pasta ben mescolata con le acciughe è una figata!
baci cara :-))

SiLviA ha detto...

che buona questa ricetta!! Oggi l'ho provata! Complimenti ancora per il blog!! MI piace davvero molto!
Silvia

SiLviA ha detto...

ah dimenticavo di dirti: con questa ricetta partecipo alla raccolta della Trattoria Muvara "La ricetta del vicino è sempre più saporita!". Domani la pubblico! S.