14/06/07

Turbantini di pesce ai pistacchi



Finalmente sono riuscita a provare il metodo di Lory per ottenere dei turbantini perfetti. E, come immaginavo, ha funzionato! Addio stecchini e addio filo da cucina: basta un pezzetto di carta d'alluminio ed è fatta :))
Ovviamente ho provato col pesce e...non ci credo neanche io, con un pesce d'acqua dolce. Non so perché mi sia venuta questa stramba idea (saranno 15 anni che non mangio un pesce d'acqua dolce e... non mi mancava), però due giorni fa ho visto questi filetti, che erano bellini, e lì ho presi senza riflettere. Arrivata a casa, sono finiti immediatamente in congelatore, perché non avevo idea di che farne. Oggi invece, mi sono tornati in mente i turbantini di pollo di Lory e ho deciso di provare. Lasciando da parte il pesce persico (che per me NON sa di pesce) questi turbantini sono assolutamente da provare. E la ricetta che ho improvvisato per riempirli e accompagnarli, mi è sembrata molto buona.

Ingredienti: 2 filetti di pesce, una manciata di pistacchi, 1 cucchiaio di pecorino grattuggiato, basilico, olio evo. Per le verdure: 1 spicchio d'aglio, 5 zucchine tagliate a dadini, pane secco grattuggiato grosso, sale, basilico e menta, pomodorini freschi.


Prendete i filetti, batteteli leggermente per assottigliarli, e tagliateli ciascuno in tre parti. Preparate il pesto di pistacchi pestando in un mortaio i pistacchi con il basilico, il pecorino, un pizzico di sale e un cucchiaio d'olio. Fate cuocere le zucchine in una padella antiaderente con un cucchiaio d'olio, uno spicchio d'aglio, basilico tritato e un pizzico di sale (dovono rimanere croccanti). Spalmate su ciascun filetto ottenuto il pesto di pistacchi e un cucchiaio di zucchine. Arrotolate il filetto e avvolgetelo nella carta d'alluminio stringendo bene a formare dei salsicciotti. Fate cuocere i salsicciotti in una padella antiaderente per un paio di minuti per lato, e mettere da parte a raffreddare. Ora preparare la mollicata facendo dorare il pane con un cucchiaio d'olio, uno spicchio d'aglio tritato, un trito di basilico e menta e un pizzico di sale. Preparate una teglia da forno, ricoprendola con la dadolata di zucchine (io, a questo punto, ho unito anche qualche pomodorino a fettine), sistemate al centro i turbantini a cui avrete tagliato le estremità. Spargete su pesce e verdure la mollicata e mettete sotto il grill per 5 minuti. Togliete la stagnola dai turbantini e servite!

4 commenti:

Elisa ha detto...

Ti faranno mica male tutti questi omega-3? :)

Scherzo, eh, i pesci d'acqua dolce non li contengono quindi puoi star tranquilla :)

A parte il coregone che mi piace un sacco, i pesci di fiume o di lago non dicono nulla nemmeno a me ;)

Dolcetto ha detto...

Io purtroppo facci il pieno di trote, è l'unico pesce che gira in famiglia... o mi sbizzarrisco io in qualcosa di più originale o se no a casa si va di trota una volta alla settimana... Quindi invidio moltissimo questi tuoi turbantini che ti sono usciti davvero benissimo!! Bella anche la tecnica dell'alluminio... La terrò presente qualora mi decidessi ad andare finalmente io dal pescivendolo... Buon week!

apprendistacuoca ha detto...

belli belli belli!
non faccio in tempo a segnarmi una tua ricetta che il tuo cilindro magico ne sforna un'altra!
baci!

adina ha detto...

ma sono bellissimi questi! non li avevo visti! caspita, belli, bianchi e raffinati. beata te che vai a varazze.. forse oggi pomeriggio.. qual è la tua spiaggia preferita? magari prossima volta cambio, varazze è affollatissima!