19/06/08

Del doman non v'è certezza (ovvero vite precarie)



Ma chi la vuole poi tutta questa certezza? Io, certamente no, visto che da sempre - e invecchiando peggioro- mi alimento dei più svariati dubbi esistenziali.
Da quelli etici: chi sono?, cosa so fare?, cosa voglio fare della mia vita?
A quelli decisamente più pratici: meglio fare un figlio tra due anni o fare il giro del mondo in barca tra 10 anni? E se facessi tutt'e due? E se rinuncio al primo e poi mi pento? E se rinuncio al primo e poi non faccio il secondo? E se.
In tutto questo- chi mi conosce lo sa - ci sta sempre anche il blog: lo chiudo? non lo chiudo? ma a che serve?, ma mi diverto davvero? ma non è che sono ridicola? Ma perché non mi apro un blog sull'x,y,z argomento?eccetera eccetera.
In ogni caso, nel bel mezzo della mia ennesima crisi blogghifera, ieri - notizia fresca di stampa - è arrivata una ragione vera (evvai) per scombinarmi un po' l'esistenza.

Molto semplicemente, con poco preavviso e inutili giri di parole, mi è stato gentilmente comunicato che a partire dalla data del 1 agosto 2008 non avrò più un lavoro.
Eh sì, dopo oltre 5 anni di onorata collaborazione a tempo pieno (a costi irrisori, tra l'altro) come web writer, l'azienda per cui lavoro ha deciso di chiudere la redazione web, considerata ormai antieconomica. E io mi ritrovo a spasso.

O, meglio, mi ci ritroverò da settembre, visto che ho tutta l'intenzione di godermi comunque (si fa per dire) le mie meritate ferie, dopo un anno di lavoro.
Solo che, ecco, nel frattempo di lavoro dovrò cercarne un altro.
Quello che farò non lo so ancora. Ovviamente sto cominciando a organizzare la mia ricerca, ma so già che non sarà uno scherzo. Soprattutto perché mi piacerebbe continuare a scrivere, in qualche forma, da qualche parte.

Per cercare di vederla in positivo, come dicono il mio fidanzato e i miei amici, è l'occasione per trovare qualcosa di meglio, visto che quando un lavoro ce l'hai, la pigrizia, la certezza (?) e le abitudini consolidate, difficilmente ti spingono a guardare oltre, a meno che il tuo lavoro non ti faccia proprio schifo, e non era questo il caso.

Tutto questo per dirvi che sono ancora qui, anche se saltellante e, al momento, con non troppa voglia di cucinare. Ma prima o poi tornerà anche quella. Intanto questo we me ne vado in barca ad annegare il dispiacere nell'acqua salata e in qualche bicchiere di vino bianco fresco :-)

a presto e buon we a tutti/e!

26 commenti:

Monica ha detto...

Ti leggo di tanto in tanto, ma non lascio mai commenti ... ma non c'è un perchè.
Mi spiace leggere questo post ... vedila così: chissà che da questa storia non ne esca fuori qualcosa di più "significativo". :-)
Ti faccio un in bocca al lupo!

maricler ha detto...

No, Katia, mi dispiace, e lo sai che ti capisco madonna se ti capisco. Dopo 5 anni deve essere durissima. Ti dico: da quando il mio lavoro ufficiale (quello durato più a lungo, 11 mesi di precarietà...) mi ha mollato, perché io precaria ero troppo qualificata per continuare ad essere precaria e assumermi non sia mai, sono molto più serena. Ma sai cosa, mo ti scrivo in pvt... Intanti baci!

massimo.b ha detto...

Tieni duro, chissà che non arrivi presto una bella novità

k ha detto...

@monica: ehssì, mi sto sforzando a vederla così... ma per ora non è che funziona granché! grazie :-)

@maricler: spero di diventare... più serena anch'io, tra un po' :-) Ora sono un po' sconcertata, perché io ovviamente tendo a personalizzare molto, e a mettermi in discussione. Però in questo caso, credo che il mio unico errore sia stato quello di non abbandonare subito la nave quando nell'ultimo anno ho capito che stava lentamente affondando anche perché, alla fine a me non è stato dato manco un salvagente!

@massimo: chissà, speriamo!
Uffi però tu: potevi anche dirmelo che venivi a genova! non si capisce che sono distratta in questo periodo? Sarà per la prossima volta, spero!

stelladisale ha detto...

mannò katia, non è una brutta notizia, è uno stimolo per trovare un lavoro migliore! vivila in positivo, che ti piaceva ma fino ad un certo punto quel lavoro... e soprattutto non prenderla come una sconfitta personale, per quello che può contare a me è capitato sempre così, le cose più belle mi sono venute dalle crisi, cose che senza uno stimolo "negativo" forse non avrei mai avuto il coraggio di fare...
comunque sono contenta che tu sia tornata cominciavo a preoccuparmi :-)

VANESSA ha detto...

com ti capisco...anche il mio fidanzato dopo 7 anni di lavoro a 30 anni s'è ritrovato a casa ...e come dicono i tuoi amici e i tuoi cari è il momento giusto per cambiare e reinventarsi...il mio amoruccio lavorava in fabbrica ora sta cercando di diventare web designer con corsi e quant'altro certo lui ha la cassa integrazione ma è stato licenziato proprio quando dovevamo prendere il mutuo per la casa per poi sposarci e per poi mettere su famiglia! anche noi siamo nel tunnel del "oggi so dove sono e cosa faccio domani chissà" FORZA E CORAGGIO BISOGNA SEMPRE TROVARE IL LATO POSITIVO DELLE COSE e se non lo troviamo ....creiamolo!!!!!! in bocca al lupo per tutto!

Monique ha detto...

quello che penso è già stato detto: vedere il positivo delle cose. Ma devo dirti anche che ti capisco. Io sto cercando un lavoro in Toscana da sei mesi con diverse difficoltà, sono troppo qualificata per la maggior parte dei lavori "di mezzo" e troppo poco per fare un salto. Il risultato è che, ancora per chissà quanto, dovrò rimandare il mio sogno di vivere con la persona che amo e che ho trovato a 350km da casa. Ma non demordo!! baci

Fedra ha detto...

Tieni duro, anche se non è facile...A volte davvero le cose non capitano per caso, e sono sicura che c'è una splendida nuova opportunità che ti aspetta dietro l'angolo...Devi solo svoltare :o)
Un grandissimo in bocca al lupo!!!!

Fedra

Daddoroma ha detto...

Mi piace il tuo blog...

Per i lalvoro non ti preoccupare, fra sei mesi probabilmente ringrazierai il destino dell'opportunità.

Forza

Daddo

Fra ha detto...

Un abbraccio grande tesoro...magari non è la notizia più disastrosa della vita, però se il lavoro piaceva scoccia molto essere mandati a casa in questo modo. Divertiti questo w/e in barca, vedrai che i brutti pensieri scorreranno via con le onde
Un bacio
Fra

Saretta ha detto...

Prtroppo ne ho viste tante di vicende come queste, e non ti capaciti come si trovino i soldi da sprecare per certe persone e non ce ne siano per altre che meritano..mah!Condordo comunque con Stella e con le altre sul fatto di vedere i momento come motivo di cabiamento in positivo.Dalla mia ti auguriìo, come detto in passato, tutta la felicità che meriti!
Un abbraccione
saretta ;)

ciciuzza ha detto...

sai, non me la sento di dirti quanto mi dispiace che hai perso il lavoro. dal tuo posto è chiaro che ti stava stretto. perfetto! quindi questa decisione è un ottima occasione più che un problema! ottima occasione per rimboccarsi le maniche, ottima occasione per una pausa mentale che ti porterà a qualcosa. ogni volta che ho fatto delle scelte importanti e decisive per la mia vita, pochi minuti, ore, giorni prima avevo toccato un fondo. e poi si risale.. in bocca al lupo.

k ha detto...

Beh ragazze, che dire se non: grazie!
Per gli incoraggiamenti e per l'affetto :-)
un abbraccio e buon we a tutte!

Frank ha detto...

Com'è che si dice in questi casi? Ah si: si chiude una porta e si apre un portone! :D
In bocca al lupo!

Intanto, buon w.e. in barca!

Ciao :)

adina ha detto...

katia!!! o mama signur.. è già stato detto sopra, moltissimo. in fondo, ti sento ironica sì, sarcastica abbastanza, ma non priva di forza, di coraggio, di ottimismo (strano?). il nuovo lavoro sarà davvero, quando lo troverai e speriamo presto, un ripartire. e questo dà (quasi) sempre una visione se non altro più movimentata della vita. ehi, buon mare! bevi vino, tanto! un abbraccione

Alex e Mari ha detto...

Certo, è una bella batosta, ti capisco. Ma guarda indietro e ti accorgerai che sei riuscita a superare momenti ben più difficili, che li hai superati con forza e ce la farai anche stavolta. Basta che tu rimanga combattiva.
Non dubitare mai di te stessa, sei una gran bella persona. E qui in rete abbiamo bisogno di te, quindi scordati di chiudere eh :-)) Pausa si, chiusura no :-)
Un abbraccio forte.
Alex

Liùk ha detto...

se chiudi il blog ti vengo a suonare il citofono tutte le mattine prima delle 6

Kruger ha detto...

ciao non riesco a contattarti diversamente, non trovo la tua mail :-(
Mi chiamo Kruger Agostinelli e sono del Blog Cafè di Squisito puoi metterti in contatto con me all'indirizzo kruger@kruger.it ?
Grazie

miciapallina ha detto...

Mi son letta tutte le risposte di prima per non ripetermi.... e invece lo faccio!
Sei troppo in gamba e questa sarà la spinta per "ritrovarti"!!!
K.... ne sono sicura!
E te lo dice una che deve sbrigarsi a cercare un altro lavoro.
Ci sono delle volte in cui capisco che fin quando sto male ma il lavoro c'è... nessuno si muove ad aiutarmi a cercare.
Se lasciassi il mio lavoro.... be la colpa sarbbe la mia...
Se perdessi il lavoro.... sarebbe una opportunità.
Adesso dovrei solo trovare il coraggio.
Guardo a te e vedo le infinite possibilità che ti si aprono davanti.
Potrà essere dura, ma non sei sola, nel cuore e nella mente e nelle mani!
Solo una cosa..... non sognarti di chiudere il blog!
mi serve!!!!

nasinasi

miciapallina opportunista!

max - la piccola casa ha detto...

spero che tu possa trovare presto un altro lavoro, un lavoro migliore e che soprattutto ti piaccia.

se può tirarti solo un po' su' il morale ... qualche giorno ho postato una piccola novità, è nata Ginevra!!!!!

Siegried ha detto...

Non rassegnarti, non mollare, just ...keepmoving! Ricorda, chi si ferma è perduto.
E grazie, fino ad ora, delle tue ricette! (Siegfried)

Anonimo ha detto...

Siegfried www.keepmoving.splinder.com

enza ha detto...

eddai che cosa leggo.
il resto lo hai già letto.
io aggiungo il mio sostegno e un abbraccio fortissimo

fiordisale ha detto...

Concordo decisamente con Ema e sono contenta che stai assieme a uno che ti ricorda le note positive:))

Secondo me lì tu ci stavi sprecata, te l'ho detto, quindi ti auguro di trovare qualcosa che ti dia maggiore soddisfazione (e anche remunerazione, perchè le gratifiche servono, urca se servono)

Elisa ha detto...

Ciao Katia,
per me questa notizia e` una cronaca annunciata: lo sapevi da un po', almeno non ti e` caduta tra capo e collo.
Forse ti sembrero' egoista, ma voglio dirtelo lo stesso: con contratti a progetto e l'ultimo a TD sono arrivata a quattro anni e mezzo. Certo non me la sento di licenziarmi perche' pure io ho vissuto periodi di disoccupazione e non stavo certo bene... solo che ai tempi non avevo molto le idee chiare e disperdevo energie. Oggi vorrei avere il tempo per realizzare quello che davvero vorrei fare, ma che sarebbe un salto nel buio...
Ogni volta ho sperato che il contratto non fosse rinnovato, almeno non avrei avuto i sensi di colpa dei vigliacchi, invece il rinnovo e` arrivato sempre e ultimamente pure un aumento, ma non sono affatto contenta.

Posso solo dirti di goderti questa vacanza, non sara' piu' cosi' lunga, perche' sono sicura che troverai presto qualcosa che ti dara' maggiori soddisfazioni.

Un bacio grande,
Elisa

P.S. sono passata in fretta e furia a Genova, giusto il tempo per l'imbarco, mentre al ritorno sono sbarcata alle 7.30 e non mi pareva il caso disturbarti.

salsadisapa ha detto...

ma sai che me l'ero persa questo post?? non l'ho visto.. mea culpa!
volevo dirti semplicemente... in bocca al lupo di cuore: fai che questo "fulmine a ciel sereno" diventi invece un'occasione per metterti alla prova con nuove opportunità! so che sembra una frase scontata, ma secondo me con una sana dose di ottimismo fai già il 50% della strada ;-)
baci!!